• Jacca Ventu superiore, migliore Gaglioppo del Sud

    E’ stata una edizione da record quella del Salone Radici del Sud targata 2016: sono stati 432 i vini in concorso, 183 le aziende partecipanti (23 produttori siciliani, 18 produttori calabresi, 16 produttori lucani, 32 produttori campani e 94 produttori pugliesi). E tra questi, anche la Pizzuta del Principe che ha portato a casa un importante riconoscimento.

    Jacca Ventu Superiore, infatti, è stato tra i vini premiati alla XIesima edizione del concorso internazionale di Radici che vede protagonista il Sud Italia.

    La giuria composta da giornalisti stranieri e da buyer provenienti da 13 Paesi (esteri (Svezia, Finlandia, Norvegia, Danimarca, Gran Bretagna, Olanda, USA, Canada, Giappone, Lituania, India, Polonia e Brasile) e da operatori e stampa nazionale, hanno decretato Jacca Ventu Superiore tra i migliori Gaglioppo del meridione (2 posto)

    Veste cromatica connotata da un colore rubino chiaro, screziato di lampi purpurei. Bouquet voluttuoso ed intenso, ricco di espansivi profumi del sottobosco; di nuances floreali; di aromi mediterranei. Sulla lingua plana un sorso subito caldo, ma anche fresco, morbido, dinamico ed avvolgente. Finemente ricamata la trama tannica. Solido l’impianto strutturale. Finale lungo ed irradiante.

    Il nostro Jacca Ventu Superiore, Gaglioppo 100%, è stato il preferito della categoria buyer internazionali. 

     

  • Diradamento uva

    Al fine di ottenere un’ottima qualità di uva e di conseguenza di vini,  si effettua il diradamento nel periodo di luglio. Si procede allo sfoltimento delle uve cercando di eliminare l’affastellamento dei grappoli permettendo così una maggiore areazione e fotosintesi ai grappoli rimasti.

  • Decanter World Wine Awards 2014

    Al concorso enologico più influente al mondo, organizzato dall’autorevole rivista inglese  Decanter, tenutosi a Londra dal 28 aprile al 02 maggio 2014, abbiamo ricevuto due riconoscimenti, uno allo ZINGAMARO  IGT Val di Neto Rosso 2011

  • 300 Vini 2012: l’Italia del Sud e isole

    Zingamaro Val di neto Rosso

    [one_half]
    Il VINO: Di colore rubino purpureo scuro ed intenso, al naso regala nette e mature sensazioni di fragranti frutti di bosco, allietate da qualche spezia tostata e da un elegante ricordo floreale. Il sorso è rotondo ed avvolgente, stimolato dall’acidità ed ispessito da una trama tannica dal rilievo dinamico, ma fitto e minuto.

    DENOMINAZIONE: Igt

    ViTIGNI: greco nero

    ANNATE CONSIGLIATE: 2009, 2010

    ZONA DI PRODUZIONE: I vigneti aziendali si trovano in zona vocata, bagnata dalle acque del Vitravo e carezzata dalle brezze salmastre dello Jonio. Le uve per Zingamaro provengono da vigneti posti nel comune di Strongoli, a 60 metri s.l.m. su terreno pliocenico di medio impasto.
    [/one_half]

    [one_half_last]
    L’AZIENDA: L’azienda di Clara Ranieri appartiene alla sua famiglia fin dai primi anni del secolo scorso. La cantina è stata creata negli anni Novanta da Albino Bianchi, marito di Clara e farmacista col pallino della viticoltura.

    TECNICA DI PRODUZIONE: Il mosto fermenta in vasche d’acciaio a 20°C con macerazione di 20 giorni. In seguito il vino matura per 6 mesi in barriques e si affina per 2 mesi in bottiglia.
    [/one_half_last]